Il farmaco per le patologie della retina

​Le iniezioni Intravitreali permettono di introdurre direttamente nell’occhio farmaci specifici (anti-VEGF e cortisonici) indispensabili per ripristinare una normale funzionalità retinica e sono comunemente usate per il trattamento di malattie retiniche quali:

  • retinopatia diabetica
  • degenerazione maculare
  • edema maculare
  • occlusione venosa retinica

 

Prima
e
Dopo

  • Il giorno dell’intervento pianifica di restare presso la nostra clinica per almeno 60m

 

  • Avrai bisogno di un autista per accompagnarti a casa perché la tua vista potrebbe risultare imperfetta

     

  • Prima dell’intervento ti verranno somministrati dei colliri anestetici e disinfettanti
  • Il tempo d’iniezione è molto veloce, circa un minuto, e la sensazione avvertita è minima e della durata di pochi secondi

 

  • Dopo l’iniezione è possibile vedere delle mosche volanti all’interno del campo visivo che scompaiono, in genere, dopo qualche ora e nel punto d’iniezione potrebbe comparire una piccola e transitoria emorragia

 

  • pochi minuti dopo l’iniezione si potrà tornare a casa
  • Il medico chirurgo oculista ti prescriverà dei colliri antibiotici e cortisonici per sfiammare e prevenire le infezioni 

 

  • Il primo controllo viene eseguito in ambulatorio nei giorni successivi

 

  • Il primo controllo viene eseguito in ambulatorio nei giorni successivi

 

  • A distanza di circa 2-3 settimane e, in base ai casi, sarà eseguito un ulteriore controllo

Recupero visivo

Il recupero dell’acuità visiva è progressivo, ma in alcuni casi è solo transitorio. Sono di solito necessarie diverse iniezioni per ottenere un recupero visivo stabile. L’entità di visione recuperabile dipende dalle condizioni preesistenti delle strutture dell’occhio (retina, cornea, nervo ottico). Sarà sempre necessario effettuare dei controlli periodici nei mesi e negli anni successivi l’intervento.

 

.