La soluzione
affidabile
per
il tuo disturbo visivo

La PRK (Photo – Refractive Keratectomy) è stata la prima tecnica ad utilizzare il laser ad eccimeri e per la sua storicità (oltre trent’anni) quella con una maggiore casistica di risultati. Per questo motivo è molto efficace, precisa e con una maggiore prevedibilità del risultato.

È indicata per i principali difetti visivi di miopia, astigmatismo ed ipermetropia rimodellando la curvatura della cornea. La tecnica viene eseguita rimuovendo l’epitelio (lo strato più superficiale della cornea) ed applicando successivamente il laser ad eccimeri sulla superficie corneale per modificare la sua curvatura.

PRK TRANSEPITELIALE

In esclusiva  presso la clinica Villa Richeldi

Questa nuova tecnologia possibile solo con il laser di ultimissima generazione Schwind Amaris permette di rimuovere l’epitelio (disepetilizzazione) con maggiore precisione e delicatezza. Il chirurgo non deve più intervenire manualmente con alcun strumento sull’occhio grazie al laser che velocizza anche i tempi di guarigione.

Sono un candidato?

  • Età da 18 anni in su
  • Visione stabile da almeno 1 anno

  • Miopia max. 10 -12 diottrie

  • Astigmatismo miopico max. 4 e 5 diottrie

  • Ipermetropia max. 4 diottrie

  • Assenza di anomalie corneali

Questa procedura rappresenta un alternativa alle tecniche FemtoLasik o ReLEx SMILE.

Durante la visita oculistica avanzata il medico chirurgo sarà in grado di dirti se questa procedura sia la più adatta per te.

Prima
e
Dopo

  • Il giorno dell’intervento pianifica di restare presso la nostra clinica per almeno 60m

 

  • Avrai bisogno di un autista per accompagnarti a casa perché la tua vista risulterà sfocata dopo il trattamento
  • In certi casi diversi test potranno essere ripetuti prima dell’intervento e verranno usati colliri anestetizzanti e antibiotici per prevenire ogni possibilità di infezione

 

  • Tra le palpebre viene posizionato uno speculum in modo da impedire di strizzare l’occhio durante la procedura
  • Prima dell’ablazione, il chirurgo rimuove l’epitelio corneale (strato più superficiale della cornea). Poi il laser ad eccimeri rimodella la cornea

 

  • Una lente a contatto protettiva verrà posizionata sull’occhio per aiutare nella guarigione

 

 

  • Il nostro staff tecnico ti fornirà istruzioni sul tipo e sulla frequenza d’uso di colliri e sulle limitazioni
  • Ti verrà applicata una lente a contatto morbida senza potere refrattivo che ha unicamente lo scopo di proteggere l’occhio durante la ricostituzione dello strato corneale esterno
  • Il tuo medico chirurgo definirà con te un calendario di controlli post operatori

Recupero visivo

  • 1° giornata: la visione varia leggermente.
  • 2 ° giornata: la visione di solito equivale al 1* giorno ed è funzionale alle normali attività visive.
  • 3 ° giornata: quando l’epitelio si rigenera, la visione di solito diminuisce e può sembrare confusa, sdoppiata. Lavorare al computer potrebbe essere difficile.
  • 4° giornata: La visione appare come per il 3* giorno nebulosa e sdoppiata. Solitamente la lente a contatto protettiva viene rimossa. Anche se la visione inizia davvero a migliorare, nei giorni successivi potrebbe ancora essere confusa, sdoppiata e non perfetta. La maggior parte dei pazienti può riprendere le normali attività, ma lavorare al computer può essere ancora difficile. È possibile guidare anche se la nitidezza è ridotta.
  • 2° settimana: i pazienti stanno bene e la loro visione continua a migliorare. La visione a questo punto può ancora essere un po’ sdoppiata o diminuita.
  • 3° 4° settimana il recupero visivo è quasi ottimale e raggiunge i livelli del 90%-95%