La nostra strategia di cura

Lo xantelasma è un deposito lipidico che si forma nella zona parapalpebrale.

È un inestetismo piuttosto diffuso, che colpisce indistintamente uomini e donne prevalentemente di mezza età od anziani. Non pericoloso per la salute, talvolta può essere il segnale di un’alta concentrazione di colesterolo nel sangue.

Con il passare del tempo lo xantelasma può aumentare di dimensioni diventando poco piacevole dal punto di vista estetico, ed anche fastidioso quando raggiunge dimensioni tali da precludere l’apertura della palpebra.

 

Nella prima visita specialistica analizziamo le dimensioni e le caratteristiche dello xantelasma. Ci avvaliamo di una serie di esami clinici per valutare il grado di elasticità della pelle, indagare la presenza di patologie che possano arrecare complicazioni e determinare la strategia di cura più appropriata alla risoluzione dell’inestetismo.

Idoneità al trattamento

  • Xantelasmi di dimensioni elevate, non piacevoli esteticamente e fastidiosi
  • Occlusione palpebrale
  • Impossibilità di coprire il difetto con il trucco
  • Forte disagio psichico e di interazione sociale

I nostri trattamenti

  • Laser CO2: colpisce con il suo raggio luminoso solo lo xantelasma polverizzandolo senza danneggiare i tessuti circostanti, previa applicazione di una crema anestetica. La riepitelizzazione della lesione avviene velocemente e senza lasciare cicatrici.

 

  • Dermochirurgia: intervento ambulatoriale in anestesia locale. Tramite piccole incisioni viene recisa ed asportata la pelle dove è presente lo xantelasma. Dopo la procedura, si applicano dei piccoli punti di sutura, che vengono rimossi dopo circa 5-7 giorni. La cicatrice non sarà più visibile dopo poche settimane.

 

  • E.A.S.T: tecnica rivoluzionaria che grazie all’energia prodotta da un microbisturi ad arco voltaico agisce sullo xantelasma senza danneggiare i tessuti sottostanti, e senza punti di sutura. Il recupero è immediato, ma bisognerà attendere la caduta delle crosticine per apprezzare il risultato.

Risultati

I risultati sono duraturi, ma talvolta potrebbero verificarsi delle recidive in presenza di ipercolesterolemia.

 

Controindicazioni

  • Gravidanza ed allattamento
  • Presenza di patologie circolatorie, cardiovascolari, autoimmuni